Differenze tra Autismo e Asperger: scopri quali sono

Sebbene l'autismo e la sindrome di Asperger siano entrambe condizioni dello spettro autistico, ci sono alcune differenze importanti tra di loro. È fondamentale comprendere queste differenze per poter fornire un supporto adeguato alle persone con queste condizioni.

La principale differenza tra autismo e Asperger riguarda le abilità linguistiche e cognitive. Le persone con autismo spesso mostrano un ritardo o una difficoltà nello sviluppo del linguaggio, mentre le persone con sindrome di Asperger hanno abilità linguistiche normali o addirittura superiori alla media. Tuttavia, le persone con Asperger possono avere difficoltà nelle interazioni sociali e nella comprensione delle emozioni altrui.

Per saperne di più sulle differenze tra autismo e Asperger, guarda il video qui sotto:

├Źndice
  1. Autismo e Asperger: le differenze
  2. Asperger non è più utilizzato, scopri il motivo
  3. Il titolo di studio di Lionel Messi

Autismo e Asperger: le differenze

L'autismo e la sindrome di Asperger sono entrambi disturbi dello spettro autistico (ASD), ma presentano alcune differenze significative. L'autismo è un disturbo del neurosviluppo che si manifesta in età precoce e influisce sulla comunicazione, sull'interazione sociale e sul comportamento. La sindrome di Asperger, invece, è considerata una forma più lieve di autismo, in cui le persone hanno una buona capacità linguistica e un'intelligenza media o superiore alla media.

Una delle principali differenze tra l'autismo e la sindrome di Asperger riguarda la capacità di comunicazione. Le persone con autismo possono avere difficoltà nel comprendere e utilizzare il linguaggio, mentre le persone con sindrome di Asperger possono avere una buona capacità linguistica e possono essere molto verbali. Tuttavia, possono ancora avere difficoltà nel comprendere il linguaggio non verbale e nel comprendere il significato sociale delle parole.

Un'altra differenza notevole riguarda l'interazione sociale. Le persone con autismo possono avere difficoltà nel comprendere le regole sociali e nel stabilire relazioni con gli altri. Le persone con sindrome di Asperger, d'altra parte, possono desiderare interazioni sociali, ma possono avere difficoltà a interpretare le emozioni e le intenzioni degli altri. Possono sembrare "strani" o "poco interessati" a causa delle loro difficoltà nell'interpretare i segnali sociali.

Infine, le persone con autismo e sindrome di Asperger possono mostrare comportamenti ripetitivi e interessi ristretti, ma le persone con autismo possono avere tendenze più pronunciate in questo senso. Possono essere affascinati da oggetti o attività specifiche, dedicandoci gran parte del loro tempo e delle loro energie.

Bambino con autismo

Asperger non è più utilizzato, scopri il motivo

Asperger non è più utilizzato come diagnosi separata nel campo dei disturbi dello spettro autistico. Questa decisione è stata presa a seguito della pubblicazione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5) nel 2013. Nel DSM-5, il termine "Asperger" non viene più utilizzato come categoria diagnostica indipendente, ma viene invece incluso nel più ampio spettro dei disturbi dello spettro autistico (ASD).

La decisione di eliminare il termine "Asperger" come categoria separata è stata presa per riflettere una migliore comprensione e classificazione dei disturbi dello spettro autistico. In passato, il termine "Asperger" veniva utilizzato per descrivere un tipo di autismo ad alto funzionamento, in cui le persone presentavano difficoltà nella comunicazione sociale e comportamenti ripetitivi, ma non avevano ritardi significativi nello sviluppo del linguaggio e della capacità cognitiva.

Tuttavia, con i progressi nella ricerca e nella comprensione dell'autismo, si è riconosciuto che non esistono distinzioni nette tra il cosiddetto "Asperger" e altri disturbi dello spettro autistico. Le persone con ASD possono presentare una vasta gamma di sintomi e livelli di funzionamento, che possono variare notevolmente da individuo a individuo.

Eliminando la diagnosi di "Asperger" come categoria separata, si mira a promuovere una visione più inclusiva dell'autismo e a garantire che le persone con ASD ricevano una diagnosi più accurata e una maggiore accessibilità a supporti e servizi necessari. Questa modifica nel DSM-5 ha permesso di evitare etichettature eccessivamente rigide e di riconoscere la diversità all'interno dello spettro autistico.

Disturbi dello spettro autistico