Autismo: le differenze tra alto e basso funzionamento

Autismo: le differenze tra alto e basso funzionamento

Il disturbo dello spettro autistico (ASD) è caratterizzato da una vasta gamma di sintomi e livelli di funzionamento. Una distinzione importante all'interno dell'ASD è tra alto e basso funzionamento. Le persone con autismo ad alto funzionamento, noto anche come sindrome di Asperger, possono avere abilità cognitive e linguistiche avanzate, ma possono avere difficoltà nella socializzazione e nella comunicazione non verbale. Al contrario, le persone con autismo a basso funzionamento possono avere gravi difficoltà nella comunicazione e nell'indipendenza quotidiana. Questo video fornisce ulteriori informazioni sulle differenze tra alto e basso funzionamento nell'autismo.

Autismo: differenze tra alto e basso funzionamento

L'autismo è un disturbo neurologico che colpisce il modo in cui una persona interagisce e comunica con gli altri. Esistono diverse forme di autismo, tra cui l'autismo ad alto funzionamento e l'autismo a basso funzionamento.

L'autismo ad alto funzionamento, noto anche come autismo di livello 1 secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5), è caratterizzato da difficoltà nella comunicazione sociale e da comportamenti e interessi ripetitivi. Le persone con autismo ad alto funzionamento possono avere un'intelligenza normale o superiore alla media e possono essere in grado di vivere in modo indipendente. Tuttavia, possono ancora sperimentare difficoltà nell'interagire con gli altri e nella comprensione delle sottigliezze sociali.

Le persone con autismo ad alto funzionamento possono avere difficoltà a comprendere le emozioni degli altri e a interpretare il linguaggio non verbale, come gesti e espressioni facciali. Possono avere un modo di parlare formale o pedante, con un vocabolario avanzato e un'attenzione ai dettagli. Tendono ad avere interessi specifici e possono mostrare una conoscenza approfondita in tali aree di interesse.

L'autismo a basso funzionamento, noto anche come autismo di livello 3 secondo il DSM-5, è caratterizzato da gravi difficoltà nella comunicazione sociale e nella capacità di vivere in modo indipendente. Le persone con autismo a basso funzionamento possono avere un ritardo mentale o una disabilità intellettiva e possono richiedere un sostegno significativo per le attività quotidiane.

Le persone con autismo a basso funzionamento possono avere una capacità limitata o assente di comunicare verbalmente e possono utilizzare alternative alla comunicazione verbale, come il linguaggio dei segni o i dispositivi di comunicazione assistita. Possono presentare comportamenti ripetitivi e stereotipati in modo più evidente rispetto alle persone con autismo ad alto funzionamento.

È importante sottolineare che l'autismo è uno spettro e le persone possono trovarsi in posizioni diverse all'interno di esso. Ciò significa che non tutte le persone con autismo ad alto funzionamento o a basso funzionamento avranno le stesse caratteristiche o esperienze.

Le persone con autismo ad alto funzionamento possono trarre vantaggio da interventi specifici per sviluppare le loro abilità sociali e di comunicazione. Possono essere in grado di lavorare e studiare con successo, se ricevono il sostegno adeguato. Tuttavia, possono ancora affrontare sfide quotidiane nell'interazione sociale e nella comprensione delle dinamiche sociali complesse.

Le persone con autismo a basso funzionamento possono richiedere un sostegno più intensivo per le attività quotidiane e possono beneficiare di programmi di educazione strutturati e terapie specifiche per sviluppare le loro abilità comunicative e di adattamento. Il loro livello di indipendenza può variare, ma possono avere bisogno di un sostegno costante per vivere in modo autonomo.

Autismo: le differenze tra alto e basso funzionamento

L'autismo è un disturbo dello sviluppo che influisce sull'abilità di una persona di comunicare, socializzare e comprendere gli altri. Esistono diverse forme di autismo, tra cui l'autismo ad alto funzionamento e l'autismo a basso funzionamento.

L'autismo ad alto funzionamento si riferisce a coloro che hanno un'intelligenza sopra la media e abilità linguistiche avanzate, ma possono ancora avere difficoltà nella comunicazione sociale e nell'adattarsi a nuove situazioni.

L'autismo a basso funzionamento, invece, coinvolge persone con disabilità intellettiva significativa e limitate abilità linguistiche. Possono richiedere supporto costante nella vita quotidiana e nella comunicazione.

È importante comprendere che l'autismo è un continuum e che ogni individuo è unico. Lavorare per creare un ambiente inclusivo e supportare le persone con autismo è fondamentale per il loro benessere e sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go up